Data di inizio pubblicazione
Data di fine pubblicazione
Data di oblio
Oggetto

Cisl: "Newsletter N. 65"

Sindacato

Newsletter N 65

 

 

Le scuole lasciate troppo sole nella gestione dell'emergenza covid. Dichiarazione di Maddalena Gissi

 

L’aumento dei contagi che stiamo monitorando di giorno in giorno ci costringono ad alcune riflessioni. Sicuramente il mondo della scuola ha necessità di non essere abbandonato in un momento così difficoltoso. A parer nostro necessitano controlli più minuziosi, numerosi e veloci per rispondere tempestivamente alle esigenze di sicurezza della salute del personale scolastico e degli studenti. Si ha bisogno di regolamentare, anche contrattualmente, le attività di didattica a distanza, per non trovarsi impreparati in caso di necessità.
Restano alcune perplessità circa l’opportunità di far svolgere in presenza le elezioni dei rappresentanti degli organi collegiali o di mettere in movimento decine di migliaia di persone da tutta Italia per un concorso che rischia di essere straordinario solo per le incognite di carattere sanitario e i disagi legati al suo svolgimento. La situazione sembra tale da richiedere a tutti un forte senso di responsabilità soprattutto da chi fosse chiamato ad assumere le decisioni. Un’attenzione particolare va tenuta per le scuole ed ai tanti problemi con cui si misurano ogni giorno.

 

Dichiarazione Gissi

 

 

Emergenza prorogata al 31 gennaio 2021. DL 125, delibera CDM, Nota MI

 

Con il decreto legge n 125 del 7 ottobre 2020 e la delibera del Consiglio dei Ministri in pari data è stato prorogato al 31 gennaio 2021 lo stato di emergenza “in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”. Nello stesso decreto sono presenti indicazioni più stringenti riguardo all’uso obbligatorio delle mascherine in situazioni non previste in precedenza. Si è lasciato alle Regioni la possibilità di intervenire con provvedimenti più restrittivi. In allegato una scheda sintetica dei provvedimenti.

 

SCHEDA DI LETTURA PROVVEDIMENTI 

 

 

Gestione dei lavoratori "fragili", in una nota le indicazioni del Ministero dell'Istruzione. Una scheda CISL Scuola

 

Si rimanda alla scheda illustrativa predisposta dall’Ufficio Sindacale della CISL Scuola riguardante i contenuti della nota del Capo Dipartimento Istruzione del Ministero (n. 1585 dell'11 settembre 2020) sulla gestione del personale in condizioni di fragilità. In tale nota si risponde all’esigenza dei lavoratori della scuola, rimandando al CCNI sottoscritto nel 2008 in materia di utilizzazione del personale in condizione di inidoneità temporanea o permanente. Lascia perplessità, invece, quanto previsto riguardo a chi è destinatario di contratti a tempo determinato, per i quali non resta che la possibilità di riferirsi all’istituto dell’assenza per malattia. Ciò determinando, di fatto, una discriminazione a sfavore di questi ultimi, rispetto a quanto previsto dalle norme comunitarie.

 

SCHEDA CISL SCUOLA 

 

 

 

Lavoratori e alunni "fragili", test, riunioni: una scheda della CISL Scuola

 

La scheda di sintesi della CISL Scuola riassume il quadro normativo riguardante le situazioni di fragilità sia del personale scolastico che degli alunni, l’effettuazione dei test sierologici, le modalità di riunione degli organi collegiali. La scheda rappresenta il segnale della nostra presenza e vicinanza alle istituzioni scolastiche autonome ed ai dirigenti scolastici, nell’ottica di un ritorno nella massima sicurezza possibile alle attività di didattica in presenza

 

SCARICA LA SCHEDA

 

 

 

 

Riapertura delle scuole in sicurezza: una check-list degli adempimenti e delle misure da adottare

 

Con l'avvio delle attività, la CISL Scuola ha predisposto una check-list nella quale vengono evidenziati adempimenti e misure da adottare sulla cui corretta attivazione è opportuno procedere a una puntuale verifica.

 

SCARICA LA CHECK-LIST

 

Assenze a seguito di positività ai test anti covid, ordinanza n.18/202

 

A seguito dell'Ordinanza n.18 del 28 luglio 2020 del Commissario Straordinario per l'emergenza e successivi chiarimenti degli Organi competenti, viene chiarito che per il personale docente e non docente delle scuole pubbliche e private e dei servizi educativi per l'infanzia, il periodo di assenza dal lavoro dopo l'eventuale esito di analisi sierologiche per la ricerca di anticorpi specifici nei confronti del virus SARS-CoV-2 e l'acquisizione del risultato del test molecolare per la diagnosi dell'infezione, “sia equiparato, previa presentazione di idoneo certificato medico rilasciato dal medico di medicina generale e/o dalla ASL competente, al periodo della quarantena, ai fini del riconoscimento del trattamento economico previsto dalla normativa vigente”

 

SCARICA L'ORDINANZA