15 novembre 2018 - 14:53

"Galilei on the Move" ha ottenuto il secondo psoto nella sessione autunnale del concorso "Storie di alternanza", organizzato da Unioncamere.

Nella sezione riservata ai licei, il progetto di alternanza scuola-lavoro a Chester, che si è svolto nella prima metà di luglio, ha ricevuto un premio di 800 euro, che è stato consegnato durante la cerimonia che si è svolta nella sede della Camera di commercio di Bergamo.

premio storie di alternanza, l'assegno

 

Erano presenti il segretario generale della Camera di commercio di Bergamo, Maria Paola Esposito, il dirigente dell'ufficio scolastico di Bergamo, Patrizia Graziani, il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori.

premio storie di alternanza, l'assegno

 

Il video-racconto dell'esperienza nel Regno Unito, preparato da Giorgia Aiolfi, Martina Carminati, Gabriele Oliveto, Erika Piazza e Martina Pisoni, è stato il resoconto su cui la giuria di "Bergamo sviluppo", l'azienda speciale della Camera di commercio di Bergamo che si occupa della fase provinciale del premio "Storie di alternanza", si è basata per assegnare i piazzamenti ai tre progetti selezionati.

premio storie di alternanza, l'assegno

 

"Storie di alternanza" è un concorso organizzato dall'Unione delle camere di commercio italiane (Unioncamere) e si articola in due fasi: una provinciale e una nazionale. I tre progetti che vincono la fase provinciale (sia tra i liceo che tra gli istituti tecnici e professionali) partecipano poi alla fase nazionale.

"Galilei on the Move", invece, è un progetto di alternanza scuola-lavoro coordinato dalla professoressa Maria Cristina Sollazzo, che si è svolto dal 1° al 21 luglio 2018 a Chester (nel Regno Unito) e al quale hanno partecipato 15 studenti delle attuali 4aF e 4aG del liceo linguistico. È stato finanziato con i fondi europei del Pon 2014-2020; durante le tre settimane di soggiorno nel Regno Unito, gli studenti hanno partecipato a incontri e conferenze sulla professione della guida turistica e sul valore del turismo sostenibile, quindi sono stati inseriti in negozi, agenzie e altre attività produttive che operano nel settore turistico per sperimentare in prima persona il contatto con gli ospiti stranieri e la gestione concreta delle professioni collegate al turismo.