8 marzo 2019 - 21:07

Un terzo posto nelle semifinali dell'area nord delle Olimpiadi della cultura e del talento. La squadra degli studenti della 4aN che partecipa alla manifestazione è così tra le ammesse alla fase finale.

Nella giornata di venerdì 8 marzo le squadre delle scuole di Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna (escluso provincia Rimini) e Toscana (solo province Massa Carrara, Lucca, Livorno, Pisa, Pistoia, Firenze) si sono date appuntamento nell'aula magna del Politecnico di Torino per le semifinali della macro-area nord.

Per il liceo Galilei c'erano due squadre, formate da sei studenti della 4aH (Gabriele Bianchi, Gabriele Carminati, Roberto Colpani, Filippo Milanesi, Davide Poli e Samuele Russo) e sei studenti della 4aN (Andrea De Odorico, Sanuele Falco, Valentina Galbiati, Marko Marinkovic, Alessandro Riboni e Daniel Savini), che avevano superato la fase d'istituto, denominata "Giochi di Galileo".

Tra le 170 squadre partecipanti, quella della 4aN ha ottenuto il terzo posto. Il regolamento delle Olimpiadi della cultura e del talento prevede che le prime dieci di ogni semifinale e una ripescata partecipino alla "Sfida dei campioni", la finale internazionale (potrebbero partecipare anche squadre di scuole straniere che abbiano aderito alla manifestazione) in programma a Tolfa (Roma) dal 2 al 5 maggio.

La prova delle semifinali consisteva in cinque test a risposta multipla e una prova musicale. Ogni momento prevedeva il coinvolgimento di un diverso componente della squadra. I test a risposta multipla riguardavano letteratura italiana e internazionale (prova in lingua inglese); educazione civica, istituzioni e attualità italiane e internazionali; storia dell'arte; scienze; storia e geografia mondiale. Ogni domanda è stata proiettata su un maxi schermo e i partecipanti hanno risposto di volta in volta nel tempo assegnato utilizzando una app che è stata progettata per la prova e che avevano precedentemente scaricato sul loro smartphone.

Alla finale parteciperanno quaranta squadre:

  • 10 squadre appartenenti agli istituti che hanno vinto le precedenti edizioni delle Olimpiadi della cultura e del talento;
  • le prime 10 classificate della semifinale italiane della macro-area nord;
  • le prime 10 classificate della semifinale italiane della macro-area centro;
  • le prime 10 classificate della semifinale italiane della macro-area sud.

Potrebbero aggiungersi alle finaliste anche squadre selezionate da altre nazioni.

Le prove della finale saranno quattro:

  • colloquio orale “Parlateci di..” (è una prova di squadra che consiste nell’argomentare liberamente per circa sette minuti su una immagine sorteggiata dalla squadra; al termine della trattazione in italiano la commissione porrà delle domande in lingua inglese);
  • AccultOrientarsi (si tratterà di effettuare un percorso predefinito tra le vie di Tolfa nel minor tempo possibile, con il solo aiuto di una piantina del centro cittadino);
  • prova CortOlimpiadi (prevede la realizzazione di un cortometraggio della durata massima di tre minuti e trenta secondi);
  • prova Talento (richiede di presentare alla giuria, in cinque minuti, una particolare dote acquisita anche in ambito extra-scolastico).