2 ottobre 2018 - 17:16
invalsi-2019-classi-quinte-presentazione

Non saranno obbligatorie per essere ammessi all'esame di stato ma faranno il loro debutto nel mese di marzo. Le prove Invalsi per le classi quinte delle scuole superiori sono state presentate dall'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione con il file che si trova in fondo a questa pagina.

Sono tre le materie coinvolte: inglese, italiano e matematica.

 

Inglese

La prova di inglese sarà unica per tutti gli indirizzi di studio, riguarderà gli aspetti comunicativi della lingua e testerà la comprensione della lettura (reading) e dell’ascolto (listening).

La prova di lettura sarà composta da tre compiti di livello B2 e due di livello B1. Conterrà testi narrativi, argomentativi, espositivi, regolativi di vari contenuti. Durerà 90 minuti (105 per gli studenti disabili o con disturbi dell'apprendimento). I compiti di livello B1 comprenderanno testi fino 350 parole, quelli di livello B2 testi fino a 600 parole. Le domande saranno complessivamente fra 35 e 40.

La prova di ascolto prevederà tre compiti di livello  B2 e due di livello B1. Verterà su monologhi e dialoghi: interviste, conferenze, conversazioni, estratti di documentari, notiziari, conversazioni telefoniche, annunci. Il tempo di esecuzione della prova varierà in base alla durata dei file audio di cui la prova si compone (si tratterà comunque di differenze di pochi minuti) ma non supererà i 60 minuti (75 per gli studenti disabili o con disturbi dell'apprendimento). Gli audio dureranno tutti non più di quattro minuti ciascuno. Anche in questo caso le domande saranno comprese fra 35 e 40.

 

Italiano

Anche la prova di italiano sarà uguale per tutte le scuole. Riguarderà la comprensione di più testi e non avrà contenuti di storia della letteratura. Le domande di grammatica saranno organizzate intorno a brevi testi. Queste domande chiederanno agli studenti di osservare e riflettere sugli aspetti linguistici più significativi dei testi.

La prova conterrà 5-7 unità di comprensione del testo e una unità di riflessione sulla lingua (grammatica). Le domande oscilleranno tra 7 e 10 per ogni unità. I testi saranno narrativi, argomentativi, espositivi, regolativi, tutti di contenuto vario. La prova durerà 120 minuti (135 per gli studenti disabili o con disturbi dell'apprendimento).

 

Matematica

La prova di matematica sarà invece distinta per tipi di scuole: ce ne sarà una per i licei non scientifici e gli istituti professionali, una per gli istituti tecnici e una per tutte le opzioni del liceo scientifico.

I tipi di quesiti che comporranno la prova saranno di quattro tipi:

  • domande di manutenzione (ci saranno in tutte le prove): contenuti fondamentali, in stretta continuità con i traguardi della scuola secondaria di primo grado e del primo biennio della scuola secondaria di secondo grado. Esempi: letture di grafici e tabelle, calcolo di perimetri, aree e volumi, percentuali, ordini di grandezza, relazioni lineari fra grandezze, ecc.;
  • domande di ricontestualizzazione (anche queste si troveranno in tutte le prove): propongono situazioni simili a quelle già incontrate nel grado 8 o 10 (per oggetti di riferimento, contesti, compiti richiesti, ecc.), ma che richiedono l’acquisizione di nuovi strumenti e nuovi contenuti matematici appresi nel corso del secondo biennio. Esempi: la geometria analitica, imodelli esponenziali e logaritmici, le funzioni circolari, ecc.;
  • domande di analisi matematica (solo per gli istituti tecnici): l’insegnamento dell’analisi matematica, propedeutica alle discipline professionalizzanti (economia, elettronica, informatica, costruzioni, ecc.) è prevista di norma al quarto anno solo per gli istituti tecnici;
  • domande di analisi matematica e di approfondimento contenutistico (solo per il liceo scientifico): quesiti per contenuto e livello specifici e caratterizzanti questo percorso di studi come: geometria nello spazio, calcolo delle probabilità, analisi matematica, ecc.

La prova durerà 120 minuti (135 per gli studenti disabili o con disturbi dell'apprendimento) e sarà composta da 35-40 domande per ogni tipologia. Al liceo scientifico l'80 per cento dei quesiti sarà costitutito da domande di manutenzione e di ricontestualizzazione, il restante 20 per cento da domande di analisi matematica e approfondimento.

 

Le date

Come avviene già per le prove Invalsi delle seconde, saranno scelte delle classi campione, che svolgeranno i test in giornate e orari indicati dall'Invalsi tra il 12 e il 15 marzo 2019. La selezione delle classi campione sarà comunicata alle scuole entro il 15 dicembre 2018.

Tutte le altre classi svolgeranno le prove in una finestra di tempo (che sarà comunicata alle scuole sempre entro il 15 dicembre 2018) indicata dall'Invalsi in base al numero degli studenti e dei computer collegati in rete di ogni scuola. Il periodo in cui sarà compresa la fase di svolgimento delle prove va dal 4 al 30 marzo 2019. Una sessione suppletiva per gli studenti assenti sarà organizzata nei giorni 2, 3 e 4 maggio 2019.

In base alle decisioni delle scuole di appartenenza, gli studenti potrebbero svolgere le prove in tre giorni distinti (soluzione che Invalsi consiglia), in due o in una sola giornata.

Esempi delle prove sono disponibili a questo link.