4 dicembre 2018 - 19:34

Tre studenti del liceo Galilei parteciperanno alla fase finale della nona edizione del campionato nazionale delle lingue organizzato dall'università di Urbino.

La manifestazione si terrà giovedì 14 e venerdì 15 febbraio 2019; tra ottobre e novembre si sono invece svolte le selezioni d'istituto, al termine delle quali sono stati selezionati i trenta migliori studenti delle scuole italiane che partecipano al concorso per ognuna delle quattro lingue della competizione: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Nella selezione di spagnolo, Matteo Dotti, studente della 5aG del liceo linguistico, è risultato terzo nella graduatoria nazionale con 98 punti su 100; nella lingua tedesca Camilla Solivari, studentessa della 5aF del liceo linguistico, ha ottenuto il 27° posto con 92 punti su 100; in francese Annamaria Seregni, anche lei della 5aF, si è piazzata quattordicesima totalizzando 94 punti su 100.

Grazie a questi risultati parteciperanno alla fase finale della manifestazione.

Le semifinali si svolgeranno giovedì 14 febbraio a partire dalle ore 13:00. La prova consisterà in un test al computer che chiederà di rispondere in 30-40 minuti a una serie di domande a risposta multipla per la verifica del livello di competenza linguistica secondo il quadro di riferimento europeo, e in un colloquio di 10-15 minuti che valuterà la capacità di ogni partecipante di conversare in lingua.

La somma dei risultati delle due prove determinerà una graduatoria per ogni lingua. I primi dieci studenti classificati per ciascuna graduatoria accederanno alle finali, che si svolgeranno venerdì 15 febbraio a partire dalle ore 8:00.

Quest'ultima sarà una prova d scrittura creativa: richiederà infatti l'elaborazione di un testo scritto su un argomento dato. Il tempo a disposizione degli studenti sarà di tre ore. La somma dei risultati ottenuti nelle semifinali e nella finale darà la classifica finale per ogni lingua.

Un quarto studente del Galilei, che frequenta una delle classi quinte del liceo scientifico, è stato ammesso alla fase finale di lingua inglese risultando undicesimo in graduatoria ma ha preferito rinunciare.